lunedì 14 marzo 2011

Due Csm: uno a Piersilvio, uno ai figli di Veronica - di Francesca Fornario sull'Unità

Due Italiani volano in Marocco per modificare la data di nascita di Ruby. «Mi hanno offerto molto denaro», racconta la funzionaria dell’anagrafe: «Quando gli ho spiegato che non potevo cancellare quel 1992 mi hanno chiesto quanto volevo per aggiungere Avanti Cristo». I magistrati cercano un detective in grado di scoprire chi aveva interesse a far risultare Ruby maggiorenne all’epoca in cui passava le notti da Berlusconi. La persona giusta per condurre le indagini sembra essere Carletto, un bambino di un anno che ha già capito chi è il mandante della spedizione in Marocco ma lo rivelerà agli inquirenti solo quando imparerà a parlare. Nel frattempo, il Consiglio dei Ministri approva la riforma della giustizia che prevede la divisione in due del Csm (questione di equità, spiega Ghedini: una parte andrà a Piersilvio e Marina e l’altra ai figli di Veronica) e nuove norme sulla responsabilità dei magistrati: se il Pm ha torto, paga il Pm. Se ha torto l’imputato paga il ragionier Spinelli. La riforma suscita polemiche: è così ricattatoria che invece che in Parlamento sarà messa ai voti a Mirafiori, ma Berlusconi esulta: «Sogno questa riforma dal 1994, l’anno in cui Ruby aveva sette anni». Tornando al punto: qualcuno tenta di corrompere un funzionario pubblico per proteggere Berlusconi e non ci riesce perché è il funzionario pubblico di un altro paese. È una storia che sa di servizi deviati, tipo quelli su cui indagava Luigi De Magistris prima che lo fermassero (ha osato toccare il piduista Luigi Bisignani, consigliere di Berlusconi, Letta e Masi: l’unico personaggio la cui voce su Wikipedia è stata cancellata con l’acido). Ora De Magistris si candida a sindaco di Napoli ma il Pd preferisce candidare il prefetto Morcone, che secondo un sondaggio piace di più agli elettori delle primarie perché in Cinese Morcone vuol dire «buona sorte». I dirigenti del Pd non hanno niente contro De Magistris, solo che è stato giudicato troppo distante dalla linea del partito perché potrebbe vincere.

Nessun commento: