sabato 10 dicembre 2011

Ministra in lacrime. E anche mio padre - Francesca Fornario su L'Unità

A mensa. «Quindi Napolitano ha firmato la manovra?». «Dopo anni passati a firmare le leggi di Berlusconi era così contento che ci ha aggiunto anche: “A Mario con Simpatia”». «Quindi andremo tutti in pensione più tardi?». «Più che altro sono rimasti fregati i nati nel 1952. Berlusconi avrà commentato: “Mi dispiace per la povera Ruby”». «Almeno questa è gente per bene». «L’hai vista la Fornero davanti alle telecamere come si è bloccata? Non riusciva proprio a dire quella parola». «Preservativo?». «Ma no: sacrifici! L’hai vista come piangeva quando ha detto che bisognava tagliare le pensioni?». «Avresti dovuto vedere come piangeva mio padre». «Però vedere un ministro che piange parlando dei sacrfici fa un bell’effetto, o no?». «Soprattutto se indossa una collana d’oro da mezzo chilo al collo». «Dai, che c’entra?». «Le classiche lacrime della borsetta di coccodrillo». «Non cominciare con il tuo vetero-marxismo velleitario di stampo Giacobino!». «Con che?! Guarda che io ho votato Pd! Ci sono solo rimasto male perché con questa manovra pagano i deboli e non gli evasori». «Del resto non avevamo alternativa. Questa manovra la vuole l’Europa. E meno male che c’è l’Europa». «Già, solo che...». «Cosa?». «Non te lo dico sennò mi dai dello stalinista». «Dai, prometto che non dico niente». «Questa manovra l’hanno voluta i governi europei, non l’Europa». «Vabbé, è uguale». «Insomma. Il 90% dei governi europei è di destra». «Ma figurati, mica penserai che il 90% dei governanti europei si scopa le minorenni e fa eleggere i mafiosi in parlamento?!». «Ma no!». «E allora?!». «Niente, lascia perdere». «Invece di essere contento! Erano vent’anni che lamentavamo l’assenza in Italia di una destra europea!». «Sì, ma la volevamo all’opposizione». «Vabbè, ma io preferisco guardare il bicchiere mezzo pieno».

Nessun commento: