venerdì 20 gennaio 2012

Altri cinque anni con un Parlamento così? - Beppe Severgnini su Corriere della Sera

Vecchi spintonati, picchiati, insultati, presi per i capelli. Teste sbattute contro lo schienale. Cuscini usati come fruste. Se avete lo stomaco forte (e non avete nonni o genitori anziani) guardate i filmati. Le Fiamme Gialle (complimenti) hanno documentato i maltrattamenti ai danni dei pazienti della casa di riposo Borea a Sanremo. Sette persone arrestate. Tra loro Rosalba Nasi, moglie del senatore Gabriele Boscetto del Pdl, accusata di non aver denunciato la situazione, pur essendo a conoscenza dei fatti. La signora, naturalmente, non è colpevole finché non lo decideranno i giudici. E il di lei marito non è responsabile delle eventuali colpe della moglie. Spinto da improvvisa curiosità, però, ho passato il pomeriggio per cercare di capire che tipo di italiani abbiamo – anzi, hanno – portato in Parlamento. 
Rinviato a giudizio per associazione per delinquere finalizzata a deviare e condizionare l’attività amministrativa della Regione in campo sanitario. Rinviato a giudizio per abuso, truffa, concussione continuata e peculato. Condannato in appello per riciclaggio in inchiesta fondi neri. Condannato per finanziamento illecito ai partiti, vilipendio alla bandiera, istigazione a delinquere. Condannato per propaganda di idee razziste. Condannato per ricettazione e appropriazione indebita. Condannato per millantato credito. Condannato in appello per concorso esterno in associazione mafiosa (patteggiato per false fatture e frode fiscale). Condannato in primo grado per falso in bilancio. 
Indagato per abuso d’ufficio. Condannato in primo grado per truffa aggravata. Condannato in primo grado per aggiotaggio. Indagato per corruzione e finanziamento illecito (tre diverse inchieste). Condannato per falsa testimonianza. Rinviato a giudizio per corruzione. Prescritto per corruzione, indagato per truffa a UE e associazione delinquere. Indagato per violazione norme bancarie (per favorire i Casalesi, stessa inchiesta di
Cosentino). Rinviato a giudizio per truffa e falso ai danni dello Stato, prescritto per sversamento rifiuti. Indagato per riciclaggio, favoreggiamento della camorra, corruzione.
Infine: condannato per violazione lavoro minorile, ricettazione fallimentare, finanziamento illecito ai partiti, bancarotta fraudolenta, rinvio a giudizio per “stalking a mezzo stampa” di un giornalista. Manca l’abigeato, poi c’è tutto. Ed è solo una selezione. Non ho aggiunto nomi e dettagli perché non ci stavano, e comunque rovinano l’effetto. Prevalenza PDL, ma non mancano Lega Nord, UDC, PD, c.d. Responsabili, Movimento per il Sud, Gruppo Misto. La domanda è questa: bocciati i referendum, cosa possiamo fare perché i partiti non riempiano ancora il Parlamento di gente così, fra un anno? Certo: più è miracolato, meno il senatore è critico; più è indebolito (da vicende giudiziarie, finanziarie etc) più il deputato è disponibile a votare qualsiasi cosa. Ma un Parlamento forte, sano, vivace e competente ci serve. Non possiamo passare altri cinque anni così.

Nessun commento: