venerdì 17 febbraio 2012

Agenda digitale, ecco le proposte del Pd - su L'Unita.it

Paolo Gentiloni
Paolo Gentiloni del Partito Democratico e Roberto Rao dell`Udc sono i primi firmatari di un disegno di legge sull` agenda digitale («Misure urgenti per lo sviluppo della domanda di servizi digitali»), presentato con altri trenta deputati. 
Il ddl prevede misure per lo sviluppo della domanda di servizi digitali, per far crescere la cultura digitale delle pubbliche amministrazioni e per stimolare lo sviluppo di servizi digitali al cittadino e alle imprese, in linea con quanto promosso già da tempo dalle istituzioni europee. 
Il provvedimento stabilisce: 
  • la presentazione ogni anno di una legge quadro sui diversi fronti dell` Agenda digitale, accompagnata da una Relazione al Parlamento; 
  • la sostituzione dei tradizionali servizi di sportello delle pubbliche amministrazioni con servizi digitali a distanza attraverso un piano nazionale di switch off dalla carta al web; 
  • il passaggio a una sanità digitale attraverso la compilazione telematica delle ricette mediche; l'istituzione di un bonus, una tantum, per la stipula di un contratto di accesso ad una connessione base ad internet a banda larga a beneficio delle famiglie meno abbienti, al ricorrere di specifici requisiti e condizioni; 
  • l`introduzione dell`aliquota IVA ridotta del 10% per le transazioni commerciali effettuate attraverso internet; l`introduzione di meccanismi di agevolazioni ai giovani imprenditori nel settore dell`ICT; 
  • incentivi alla diffusione di terminali POS per pagamenti in modalità contactless; 
  • l`introduzione di un bonus a beneficio delle famiglie meno abbienti con figli di età superiore ai 14 anni, per l`acquisto di un computer di nuova generazione, previa rottamazione del vecchio; 
  • la promozione dell`adozione del software libero e di open data nelle amministrazioni pubbliche; 
  • l`introduzione di misure di semplificazione amministrativa per le opere infrastrutturali destinate alla banda larga; 
  • l`adozione di programmi per l`alfabetizzazione informatica dei cittadini.

Nessun commento: