giovedì 20 settembre 2012

Primarie, la squadra di Bersani «Noi ci siamo, tocca agli altri» - su L'Unità

«Noi ci siamo, ora, per cortesia facessero qualcosa anche gli altri». Così Pier Luigi Bersani, presentando la sua squadra per le primarie, invita le altre forze politiche a intraprendere un'analoga competizione per la premiership. «Io- dice Bersani- non intendo che si promuova un coro di fans, ma una squadra di protagonisti disposti con me a costruire un'opzione riformista per il governo dell'Italia. Perchè di questo si tratta, del governo dell'Italia».
Pier Luigi Bersani presenta la squadra che lo accompagnerà nella campagna elettorale. Portavoce Alessandra Moretti, 39 anni (la più «anziana»), vicesindaco di Vicenza, tra i componenti, alcuni della società civile, anche Tommaso Giuntella, 25enne segretario del circolo Mazzini di Roma e Roberto Speranza, segretario della Basilicata.
«Al prossimo giro si governa in compagnia. Ci deve essere un direttore d'orchestra ma deve esserci un larghissimo coinvolgimento», ha detto Bersani.
«È inconcepibile ha poi aggiunto il segretario Pd - che mentre si discute di legge elettorale, sulla quale confermo il nostro impegno, non si parli di un aspetto irrinunciabile: la parità di genere».
«Non accetteremo- dice Bersani- una riforma che non affronti il problema della presenza delle donne in politica. Noi pensiamo a una norma che dica meno donne elette, meno soldi», aggiunge Bersani.
Dall’Emilia, il segretario Stefano Bonaccini, ha convocato una riunione con 11 segretari di federazioni per la campagna pro-Bersani. «L’obiettivo - dice Paolo Calvano, segretario di Ferrara - è arrivare a diverse centinaia di comitati che dovranno essere aperti a tutti coloro che vorranno partecipare». Non una risposta a Renzi, spiegano, ma un’iniziativa «per dar forza a Bersani che come amministratore si è confrontato con tutti e non può essere considerato uomo di partito ».

Nessun commento: